mercoledì 4 marzo 2015

"La Ragazza Fantasma" - Sophie Kinsella

Ciao Ragazze,
scusate se non ho più scritto ma ho avuto problemi con Internet.
Oggi vi parlo di un libro che ho letto ultimamente e che consiglio a tutte di leggere.
Il titolo è "La Ragazze Fantasma" e l'autrice è la mitica Sophie Kinsella (autrice di I Love Shopping).
Il libro parla di Lara, una ragazza che si è appena lasciata dal suo ragazzo Josh e che ha lasciato il suo lavoro per entrare in società col la sua migliore amica come "cacciatrice di teste" che, però, non va molto bene.
Durante il funerale della sua prozia le appare il fantasma di una ragazza di circa 23 anni, Sadie (che poi scopre essere la sua prozia), che le chiede disperatamente di trovare la sua collana.
Tutte le vicende girano intorno al ritrovamento di questa collana ma è un libro davvero esilarante! Con Sophie Kinsella non si può far altro che ridere!
Tra le scene più divertenti in assoluto è quando descrive la prima volta che è uscita vestita anni 20 :

"...Se qualcuno mi vede, muoio. Muoio. Scendo dal taxi e guardo da tutte le parti. Nessuno in vista, grazie al cielo. Mai nella vita ho avuto un aspetto tanto ridicolo. Questo succede quando permetti a una prozia morta di decidere il tuo look. Indosso il vestito alla garçonne appena comprato - ho faticato non poco a chiuderlo: evidentemente le tette non andavano molto negli anni Venti -, i miei piedi sono rattrappiti nelle scarpe da ballo, sei lunghe collane di perle tintinnano a ogni mio movimento, e intorno alla fronte ho un bandeau nero tempestato di jais, nel quale è infilata una lunga piuma. 
Una piuma.
 I miei capelli sono acconciati in una serie di antiquati riccioli e onde che hanno richiesto due ore di torture con il ferro. Alla fine dell'opera, Sadie ha insistito che vi spalmassi sopra una strana pomata, trovata anch'essa nel negozio vintage, che li ha resi simili al cartone. Non parliamo poi del trucco. Ma davvero negli anni Venti credevano che donasse conciarsi così? Ho il viso coperto da uno strato di cipria chiarissima, e sulle guance spicca una macchiarossa. Una spessa riga di matita nera sottolinea il contorno occhi, e le palpebre sono state impiastricciate con una pasta verde pallido saltata fuori dalla vecchia scatola di bachelite. Ancora non capisco bene cos'ho sulle ciglia: una roba collosa definita "Cosmétique" da Sadie: l'ha fatta scaldare in un tegamino prima di spalmarmela."

Vi giuro che quando ho letto della piuma sono morta dalle risate!
Oppure quando spia il suo ex ragazzo con la nuova ragazza:

"Josh ha riservato uno dei grandi tavoli di legno vicini alla finestra: l'ho sbirciato sulla lista delle prenotazioni. Il mio posto d'angolo è una buona postazione per studiare con attenzione questa Marie ed osservare il loro linguaggio corporeo. E, soprattutto, potrò ascoltare la loro conversazione, perché ho installato una microspia telecomandata sotto il tavolo. Non scherzo: l'ho fatto davvero! Tre giorni fa ho comprato online "Il mio primo kit da spionaggio", che conteneva un minuscolo microfono con telecomando. Quando è arrivato, però, mi sono resa conto che era stato progettato per ragazzini di dieci anni più che per ex fidanzate adulte... Infatti era corredato dal "Diario dell'agente segreto" e dall'opuscolo "Il decifratore perfetto". Cosa c'è di male? L'ho provato, e funziona. Ha un raggio d'azione di soli sei metri, ma a me basta e avanza. Dieci minuti fa sono passata con disinvoltura accanto al tavolo, ho finto che mi cadesse qualcosa e ho appiccicato il minuscolo adesivo con il microfono sotto il piano del tavolo. L'auricolare è nascosto sotto il berretto da baseball: non mi resta che accenderlo quando sono pronta. Okay, è vero che non bisognerebbe spiare le persone e so di fare una cosa moralmente riprovevole, e in proposito ho avuto un grosso scontro con Sadie. All'inizio lei sosteneva che non cidovessi proprio venire, poi, quando ha capito che non l'avrebbe spuntata, ha detto che se ero così determinata a sapere di cosa parlava Josh, avrei dovuto sedermi a un tavolo vicino e origliare. Ma qual è la differenza? Se ascolti, ascolti: che tu sia a un metro o a dieci, non cambia."

Non voglio scrivervi tutta la trama perchè altrimenti vi rovinerei il libro! Ma vi consiglio vivamente di leggerlo. Soprattutto se avete già letto "I Love Shopping" e vi è piaciuto (se avete visto solo il film vi avviso che NON è LA STESSA COSA... Cambia completamente trama!). 
Non vi fate spaventare dal fatto che il libro sia di 400 pagine perchè vi prenderà così tanto da finirlo in meno di una settimana!
Se volete scaricarlo in PDF cliccate QUI  e fatemi sapere se anche a voi è piaciuto quanto a me.
Ciao,
Lucetta's

Nessun commento:

Posta un commento